Esistere il meno possibile

Questo mio ultimo sforzo, giuro, di un mille parole appena, ognuna delle quali più inutile della precedente, non lo si prenda come un ennesimo esercizio di vanità, o affermazione dell’ego; sono sincero, lo consacro all’inesistenza, unico concetto in qualche modo “sacro”; se avesse senso non firmarlo, se avesse più senso addirittura del non attendersi che sia letto affatto, non avrei problema alcuno a non riferirlo a me stesso. Continue reading Esistere il meno possibile

Siamo Tutti Più Infelici

Oggi “siamo tutti più infelici”, l’insoddisfazione regna; questa la lettura più comunemente diffusa e accettata, per la quale ognuno si sforza di trovare il responsabile, che è sempre un altro, di solito un poveraccio, l’immigrato, il senza Dio, il gay, il musulmano, oppure qualcosa di fumoso come un sistema politico o economico, un’istituzione determinata, l’UE, l’FBI, una cospirazione. A contraltare si produce un “ottimismo” fintissimo e superficiale, di prammatica, vuoto, ostentato, ma in ogni caso: il mondo non ha dato quello che aveva promesso di darci! Che ci si lagni, o che si sorrida nonostante tutto. Continue reading Siamo Tutti Più Infelici

Il desiderio “Azzeccato” (Seconda Versione; due anni dopo)

Seduto sullo sgabello da lavoro della sua catapecchia, con strofinaccio ancora in mano e lume ad olio ossidato sulle ginocchia, gli si para davanti, in tutto il suo sfolgorante splendore, il famoso genio della lampada: indiano, severo, grasso, enorme. Continue reading Il desiderio “Azzeccato” (Seconda Versione; due anni dopo)

ATTENZIONE! NON LEGGETE! Nuoce Gravemente alla Stupidità!