Altri Aforismi e Pensieri

  1. Per una volta voglio difendere le troie, mi fa ridere la gente che le accusa di stare con gente ricca, o darsi per danaro, ma perché, scusa, tu sei brutto, calvo, basso, cicciotto, blando, noioso, non eccelli in niente, non sei nemmeno troppo intelligente, per di più non hai una lira e vorresti pure la fica?
  2. L’umanità è segretamente a favore della schiavitù, non solo degli altri, ma sopratutto la propria, la gente ammira la tirannide, tutti seguono le nozze regali in tv, vanno a vedere le Piramidi, le centinaia di crani rivenuti in antiche tombe di gente comune stanno negli scantinati dei musei di scienze, interessano solo a qualche specialista. 
  3. Facebook è quello strano e delirante luogo in cui sei tu ad andare in giro a dire agli altri che è il tuo compleanno e poi tutti fanno finta di essersi ricordati e tu fai finta di essere lusingato.  
  4. La democrazia è un sistema politico per pochi eletti.
  5. La democrazia è un sistema politico ancora in conflitto con l’evoluzione della specie, è il più aristocratico di tutti; la specie in genere, la massa, ci tiene enormemente a non contare un cazzo.
  6. In genere sono progressista e liberista, ma francamente certa gente mi fa rimpiangere la brutalità del Medioevo. 
  7. I meme sono l’ultima soglia (per ora) della stupidità e della pigrizia uamane.
  8. Il tiranno vuole un mondo senza credenti, il fanatico vuole un mondo senza Dio,  chi è ragionevole si accontenterebbe di uno senza religioni.
  9. La difficoltà può essere una grazia: se per scrivere una parola, invece di premere semplicemente qualche tasto, devi prendere scalpello, martello e incidere il granito per una mezz’ora, selezioni assai meglio quello che hai da dire. 
  10. Il mondo è andato avanti benissimo senza donne per migliaia di anni, c’erano guerre, saccheggi, assedi, c’era poesia, c’era di tutto, la felicità, la paura, non capisco che bisogno c’era di cambiare.
  11. Se picchiare come un pugile fosse facile, non esisterebbe il basket.  
  12. Una volta c’era Riccardo Cuor di Leone, ora al massimo qualche Cuor di Lenone.
  13. I mezzi di comunicazione di oggi sono potentissimi, ma non ancora abbastanza da vincere la pigrizia umana.   
  14. I congiuntivi sbagliati non sono certo la fine del mondo, ma in vita mia ho conosciuto due sole persone che potevano permetterseli.
  15. I giovani hanno tutte le ragioni per essere arrabbiati, perché esse non risiedono nelle loro circostanze biografiche specifiche, ma nell’inesperienza e nella tempesta ormonale che li assale; lo stesso non vale per tutti gli altri, se dopo una certa età non hai capito come va il mondo è solo colpa tua. 
  16. Non mi serve credere, “mi basto”, e “mi avanzo” pure, anche per questo non considero quello degli atei un “gruppo” a cui appartengo. 
  17. Let’s be honest, shit-countries are a reality, as shit-people are; but it is far better to be a great person from a shit-country, rather than a shit-person from a great one. 
    People who brag about their family name or place of birth most likely have little good to show personally. 
  18. L’unica “dote” della maggior parte delle persone che oggi si propongono al pubblico è la loro completa mancanza di pudore e vergogna, la via più battuta per il successo comporta il sacrificio integrale di ogni dignità e amor proprio. 
  19. Essendo misogino, sono del tutto a favore della parità tra uomo e donna, perché una volta viste per quello che sono per davvero la finiremo con tante idiozie.  
  20. Tutto sommato le religioni sono perfette per gli atei, per certi atei almeno, sono la costruzione più idonea per chi non crede in niente altro che il proprio beneficio e da tali individui sono parassitate e condotte.
  21. Quegli atei di cui i credenti hanno paura, perché non soggetti ad alcun vincolo morale, stanno tutti in chiesa con loro. 
  22. Alcuni atei paiono così stupidamente impegnati nel dimostrare di essere soggetti più “morali” dei credenti che finiscono per sembrare dei preti. In tutto e per tutto ricalcano la moralità cristiana, gli manca solo di affermare di essere disposti ad andare a “liberare la Terra Santa” alle crociate, per non sfigurare.
  23. The only people who could make me become a believer are other atheists with their hypocrisy.  After the famous sentence: “I don’t need a God not to kill!”, someone will finally say something like: “of course I will join the Crusade and free the Holy Land, what am I? An animal?”
  24. I don’t know who exactly those people who speak on behalf of all atheist really are or think they are. To my understanding being atheist (and I am one) means only not to believe in one thing: God. It does not imply anything else: you are not cool, you are not more intelligent, you are not better in any way, you don’t even necessarily hate religions, nor all of them. Nowadays everybody wants to feel special and better than anybody else, what a bore! Plus, you want to be and feel “special”, but you want also to be completely accepted, which is absolutely delusional.
  25. My worthless life without Krug!  
  26. Non si devono controbattere gli argomenti fallaci altrui per cercare di convincere l’interlocutore, nessuno cambia mai idea su niente, si sostengono le idee più assurde o paradossali senza il minimo segno di imbarazzo o esitanza; io ho smesso da anni di provarci, è anche presuntuoso pensare di avere ragione e peggio ancora di poter “illuminare” gli altri; quando discuto mi preme solo di dimostrare la mia avversione per certe posizioni e ridicolizzarle.  
  27. Maestro di tele con colori ad odio, unica arte.  
  28. Buonesto: comportamento apparentemente morale, ma con effetto funesto. 
  29. Se ti senti vuoto, privo di stimoli e ambizioni, incapace di entusiasmi e sentimenti, sei sulla buona strada, ma considera che puoi fare di molto meglio, dato che hai ancora voglia di aver voglia di qualcosa. 
  30. Si può quasi percepire una paradossalità sublime in una Natura cieca e indifferente che commina ai mediocri che ha creato l’unica punizione che davvero meritano per la loro mediocrità: esistere proprio così come sono. 
  31. Come sarebbe bello riportare in vita Galileo, Einstein, perfino Carl Sagan! E far vedere loro quanto si è andati avanti, e quante delle loro questioni irrisolte oggi sono chiare; se ci penso sono felice di non essere uno scienziato, i poeti non hanno questioni irrisolte, una volta morti vanno lasciati nella loro tomba.
  32. Devo assolutamente cambiare vita, ho saputo che i vegani vivono in media cinque-sette anni più degli altri e non vorrei proprio perdermi l’occasione tra gli ottantacinque e i novant’anni di fare tutto quello che non ho fatto nelle prime otto decadi.
  33. Adesso vi rivelo un bel segreto: tutti gli allenamenti con un nome proprio, pilates, crossfit, yoga, functional, etc. sono una frociata. 
  34. A fine 2017 vi dico che la democrazia è un sistema oltre che irritante (da sempre) ormai anche obsoleto, e che sono a favore di delegare una gestione razionale della politica agli algoritmi di Deep Mind di Google.
  35. When the rich will be richer, I will also be richer, because they will start doing what they never could do being just rich, and not richer, they will have great ideas and create opportunities for all. History teaches! Never. 
  36. If a third copy of chromosome 21 would prevail in human species, I don’t think that society would be much different than today’s.
  37. If I liked people I would have put someone else in this world.
  38. The biggest problem of democracy is that people have the right to vote.    
  39. Alla fine si è tutti misantropi, se gli altri non esistessero, nessuno li inventerebbe.
  40. Quanto odio il flautino andino! Lo odio a morte!
  41. I never recall how much I hate Spielberg’s movies until I watch them again.
  42. Crazy liberals in love with aristocracy, the non-plus-ultra of hatred I can experience.
  43. The number of likes on a social-network post is inversely proportional to its grade of intelligence.
  44. The skeptical Jedi: maybe the force be with you!?
  45. If I were the President I would surely be remembered for the motto: the bock stops here!
  46. My favorite thing about Christmas is that in over two thousand years of insistent Christian imposture and lies none has been convinced for real that the holiday is really about Jesus, who in fact, in the day of his own surreptitious “birthday”, is the big absent of the holiday spirit, and folklore.    
  47. Se insisti e resisti ti accasci e sfinisci.
  48. Affrettati come se dovessi vivere in eterno, bevi come se dovessi morire domani.
  49. Finito è il mondo di quelli col cervello liscio come un culo.   
  50. La cosa che preferisco del Natale è che in oltre duemila anni quegli impostori dei cristiani non sono, tutto sommato, riusciti a convincere nessuno che la festa riguardi davvero Cristo, il grande assente del Natale e del suo spirito.  
  51. Se la gente avesse negli allenamenti la stessa perseveranza e ostinazione che dimostra nei propri errori, il mondo sarebbe popolato da miliardi di John Cena. 
  52. If people would have the same perseverance and obstinacy in working out than they show in defending their own errors, the world would be crowded with John Cena like bodies. 
  53. Se attendi troppo a lungo potresti perdere l’unica opportunità che hai per suicidarti. 
  54. Se dici di essere ateo molti storcono la bocca e mostrano ostilità, se dici che non sopporti la religione ebraica sei antisemita, se affermi lo stesso dell’islam va benissimo, se lo ripeti riguardo ai cristiani sei offensivo e maleducato, per tutti gli altri (buddisti, taoisti, animisti, induisti, etc.) c’è indifferenza totale. 
  55. Il più bel complimento che mi è stato fatto è di essere disumano, detto come osservazione oggettiva e senza valore spregiativo.  
  56. La cosa che mi fa più ridere dei credenti è quando bisticciano tra loro, e ciascuno considera l’altro ridicolo e irragionevole. Cristiani contro musulmani, musulmani contro cristiani e contro altri musulmani, evangelici che considerano i cattolici degli ipocriti, i cattolici che considerano i protestanti degli ipocriti e così via. La verità è che sono tutti ugualmente stupidi e deliranti alla stessa maniera proprio come si vedono gli uni gli altri.  
  57. The thing that makes me laugh the most about religious people is when they blame each other and consider ridiculous all the other believes. Christians against Muslim, Muslim against other Muslim, Evangelicals consider Catholics hypocrites, Catholics consider Protestants hypocrites, and so forth. The fact is that they are all delusional in the same way, ridiculous in the same way, exactly as they see each others. 
  58. Photography: the only artist is who makes the cameras. 
  59. Le cose fatte con amore!
    Cucino per la mia famiglia con passione e con dedizione… e lo faccio anche con amore… aspetta! L’altro giorno ho fatto un esperimento, ho cucinato con odio, invece: ho pugnalato la carne, pensando alla lunga lista di gente che detesto, ho centrifugato i pomodori come se infilassi il minipimer nelle interiora sanguinolente dei miei molti nemici, ho versato il porto nel loro teschio, parte è finito nel sugo, parte lo ho bevuto con una risata satanica, non macinavo pepe, ma ossa, non salavo che ferite aperte e dopo due ore di violenza estrema, odio e crudeltà disumana, il risultato era altrettanto perfetto che se fosse stato realizzato con l’amore floreale di tutta la California degli anni sessanta. Ho imparato molto da questa lezione: a nessuno, e tanto meno ai risultati, gliene frega una emerita cippa di quello che sta in testa a te e dei tuoi ridicoli sentimenti. 
  60. Gli uomini che non hanno alcun problema con le donne hanno grossi problemi con le donne! 
  61. Invece di genoma io ho il gin-oma.
  62. Instead of a drama queen, be a dram king!
  63. I never liked the art of Picasshole. 
  64. Ma sono solo io, o la maggior parte dei posti della natura appare più bello in foto di come è dal vivo? 
  65. For me, it is pretty evident in all those sexual-behaviors-related stories of 2017 the complete absence of husbands, boyfriends, brothers, fathers. I can tell you all crystal clear: if someone inappropriately touches my wife, he would spit at least a couple of teet on the floor, if he is lucky enough to find me in a particularly good mood, and anyway he has to sincerely apologize and warmly thank me for being so incredibly magnanimous. I really have a complete lack of respect for nowadays men.
  66. Il mio Jolly Roger sarebbe un teschio di porco con coltello e forchetta incrociati.
  67. Poeti di oggi: uomimi di porche parole. 
  68. I can’t wait to become rich, so people will help me when I do not need it. 
  69. Fascista:
    aggettivo
    a) Pertinente o relativo al movimento politico chiamato fascismo.
    b) Tutto ciò con cui non si è d’accordo durante una discussione. 
  70. Gli esseri umani si dividono in una categoria. 
  71. Ci sono tre tipi di atei: quelli onesti che ammettono di non credere e quelli disonesti che fingono di credere per approfittarsi di quei poveretti che credono di credere in qualcosa. 
  72. Se fossi un miliardario mi dedicherei senza dubbio al mecenatismo, ma sarei, per così dire, un “Mecenate al contrario”, pagherei la gente per starsene buona e non inquinare il mondo con le proprie cagate.
  73. Se fossi il Rettore di una prestigiosa università darei borse di studio ai giovani per non farli studiare nell’Ateneo che dirigo.    
  74. If I were the Dean of a prestigious University I would give grants to young people to prevent them to join my institute. 
  75. If I were a billionaire, I would definitely be a Maecenas, a sort of “reversed-Maecenas” actually. I would pay people NOT to do stuff. 
    “Here! How much do you want not to write verses ever again?” 
    “Take my money and never, ever make another movie!”
    “Your music really sucks, here it is a big money contract!”
    “There is a fancy hotel waiting for you all, just get the fuck out of my sight!” 
  76. Ma gli atei, è vero, a volte cono delle gran teste di rapa e dei saccenti. Non mi sento incluso in nessun gruppo o speciale categoria di persone, non credo e basta, per me finisce lì, a questa cosa non attribuisco alcun valore speciale, e non credo, solo per questo semplice fatto, di dimostrare una particolare intelligenza; per farlo c’è da realizzare ben altre imprese. Come gruppo, a me basterebbe solo che non fossimo calunniati e discriminati. 
  77. Quelli che ti dicono che tutti fanno schifo uguale te lo dicono mentre loro fanno schifo, non appena fanno qualcosa di buono diventano subito unici e eccezionali. E di solito non ti parlano proprio più.  
  78. Siam fatti della materia di cui sono fatti i fogni!
  79. Prima che entrasse in vigore l’armistizio del 1918, annunciato per lo scadere dell’unidicesimo giorno dell’undicesimo mese alle ore undici e undici, le artiglierie degli eserciti britannico, francese, americano e tedesco erano impegnate in un intensissimo barrage di fuoco principalmente teso a non essere costretti a riportare a casa le muzioni inutilizzate. Le vittime di quel giorno furono numerose. Non trovo morte più tragicamente stupida e insensata di quella dell’ultimo soldato in una guerra, una morte così inutile da far riflettere e voler salvare tutte le precedenti pure.   
  80. Quando l’uomo con un credo incontra un uomo con i soldi, l’uomo con un credo è un uomo morto. 
  81. Un giorno mi dissero che sarei potuto diventare tutto quello che avrei voluto, così mi dissi: “ma famme sta’ co’ssi quattro guai!”  
  82. La religione è l’oppio dei poveri; i ricchi bevono.
  83. Non potrei che preferire il cane a una creatura come l’uomo, che preferisce il cane all’uomo. 
  84. -Ma sai… io non amo molto.
    -…Cosa?
    -No, no! Io non amo molto, punto! 
  85. Viriodio!
  86. Il medico: l’ultimo punto di contatto tra vera scienza e ciarlataneria.   
  87. Se la gente magnasse come parla, altro che McDonald’s e Coca-Cola! 
  88. Il cafone è colui che preferisce chiamare l’eleganza, classe.
  89. È curioso che l’ultimo grande umanista sia stato uno scienziato, Carl Sagan, eccellente penna, la migliore; gli scrittori invece sono come persi nel proporre una insipida brodaglia di celebrazione dell’emozione, della “Natura”, falsissima, ipocrita, il poeta è un languido, il cliché del momento vede solo moniti scemi, ancora provocazioni e colpi di scena, insomma roba scontata e che non suscita nemmeno vera riflessione. Se uno prova ad uscire dal seminato ha garantito l’insuccesso, ciascuno vuole sentirsi ripetere le solite favole, essere rassicurato, in un’infanzia perenne e noiosissima.
  90. I always hear people, and especially (crazy) politicians, referring to our “Judeo-Christian roots”, but I never understood why among many, all still relevant in almost the same way in every aspect of nowadays life and death, they choose to select just those two. Why not talk about Judeo-Christian-Celtic-German-Viking-British-Roman-Greek-Secular roots? After all, the names of the months are Roman related, the ones of the week are Nordic Gods, “family”, “marriage”, and so on are Roman words, “idea” is a Greek one, the most important holiday, Halloween, is Celtic, the Christmas decoration is Viking-Roman, 90% of scientist are secular, the political system is partially British, and partially Classic, and so on.  
  91. Le religioni dovrebbero smetterla di spaventare la gente raccontando che c’è vita dopo la morte.
  92. Serpiloquio: a) Eloquio particolarmente contorto e disonesto, metaforicamente da “serpe”.
    b) Ragionamento sconclusionato e incorretto, specie in tema politico, da noto e amato personaggio piceno. c) Serie di bestemmie piuttosto creative, dallo stesso personaggio. 
  93. Sapete come si apre una microbirreria? Quando muore il nonno erediti la vasca da bagno. 
  94. When I was young and I started to listen to heavy metal, some people who found that kind of music really annoying and ugly said to me that it was impossible that I enjoyed that stuff for real, but I was only pretending to like it as a form of rebellion. Ok, so I was listening to music, by myself, in my room, knowing albums, years, songs, lyrics, just to impress someone his name I didn’t even remember. On the same page, people have told me that I can’t be serious or sincere when I say that I am an atheist, because it is “natural” (to them) to believe in something. Well, I dont’ know what the dib deal is here, get over it, people are different. I like heavy metal and I laugh at any god. 
  95. Si para salvar la humanidad entera tuviera tan sólo que sacrificar mi gata, lo tendríais muy chungo. 
  96. Hipster: le invasioni barba-ricche.  
  97. “Halloween non appartiene alla cultura italiana, è una festa celtica”, dice gente ostile che però magari usa la croce celtica come simbolo politico, fa l’albero di Natale, e di fatto preferisce il feudalesimo, che è germanico (etimo da “feud” e “fader-fiu” patrimonio paterno longobardo) alla Repubblica, che è romana e alla democrazia, che è greca, a cui non tengono affatto.
  98. Halloween è odiato da lerci cristiani e da lerci musulmani, infatti è la mia festa preferita. 
  99. I wonder why politics is populated with people I would never leave my daughter alone with, I would never trust my wallet to, and whose features I draw on watermelons every time I shoot my 45-70 to be better motivated.
  100. Prostitution will always win over feminism. 
  101. Nice schools and universities, like nice gyms, can give you an advantage, even a considerable one, but it is always and only the personal effort and work the decisive tool to make people reach any goal, otherwise we would not have had Plato, Dante, and even Einstein. I saw a lot of people in fancy gyms pressing 40lb forever. 
  102. Il Papa ha parlato per la prima volta con l’equipaggio della ISS, e pure per la prima volta, finalmente, qualcuno gli ha risposto dal Cielo.
  103. The Pope has spoken with the crew of the International Space Station from the Vatican, finally, someone answered back from the sky. 
  104. Peccato non esista un Premio Nobel per le scienze sociali, o quello del 2018 sarebbe sicuramente andato a Weinstein.  
  105. La ragione principale per cui sono finito e restato in America non è certo la mia propensione per il suo stile di vita più comune e caratteristico, in un certo senso ossessivo, criticato da molti anche a sproposito, “una società a misura di idiota”, e che non ho mai amato troppo, anche perché non fa per me, ma proprio perché è l’unico posto dove comunque puoi rifiutare di adottarlo senza troppi problemi. Devo dire che in Italia e pure in Spagna ne avevo di maggiori, sia pratici che di giudizio sociale nel non adattarmi.    
  106. The reason why I am in America is not to embrace the average obsessive lifestyle I am not particularly fond about, but because it is still the best place if you want to refuse it. 
  107. È interessante osservare come il linguaggio comune di oggi, quello del cittadino della strada, sia ormai interamente plasmato su quello del marketing e della politica, che poi hanno punti in comune; nessuno esprime più opinioni sue, ma si reiterano slogan consolidati, frasi fatte, luoghi comuni, in una continua celebrazione dell’io, dell’apparire, che appunto ricalca la vendita di un prodotto “rassicurante” e “conosciuto”, la cui qualità non è certo illustrata con precisione e onestà da chi vuole venderlo. Ovunque si trovano esagerazioni, iperboli, ipocrisie, ruffianerie, tutti sono sicofanti di loro stessi, talvolta di altri, se c’è un tornaconto; insomma sono leccaculi. Al contempo, quella certa vigliaccheria che accomuna sia chi ha fini commerciali, e pur di fare affari non vuole esporsi con scomoda sincerità, ma deve abbellire e decorare certo vuoto, solo per non farlo apparire tale, sia il politico delle democrazie, che è spinto ad accontentare e blandire tutti, fa sì che nessuno risponda in modo reciso, preciso, e chiaro a nessuna domanda, invece tutti si producono in ellissi e pompose perifrasi, imprecise, oscure, ridondanti, vane, e per nulla sincere. 
  108. I soldati non sono eroi, possono solo essere eroici, gli eroi decidono in autonomia, non seguono ordini.  
  109. Gli uomini si dividono in due categorie: quelli che affermano di essere misogini, e quelli che le donne le odiano per davvero.
  110. I like to think about myself as a strong man, but who is also in touch with his own emotions; in fact, every time they show up I beat the living shit out of them. It is not possible to touch them more than I do. 
  111. Sono misantropo, la stragrande maggioranza delle persone non mi attira affatto, molte non riuscirei a toccarle con un dito, immaginate quanto mi possa fare schifo chi riesce a fare sesso con loro.
  112. L’innamorato è diventato uno stalker, amare può metterti nei guai, meglio odiare.
  113. L’unico Re che seguirei fino alla morte (per cirrosi) sarebbe  Riccardo Cuor di Beone.
  114. Ma la gente che oggi rompe tanto con che gli smartphone ti isolano, dopo tutto è quella da cui cerchi di isolarti quando ricacci lo smartphone.   
  115. Penso che il cambio generazionale e l’avvicendamento di esseri umani abbiano l’effetto di prevenire cambiamenti troppo drastici e rapidi nella società, e in un certo qual senso contribuiscano addirittura a mantenere lo status quo. Se gli uomini vivessero per sempre, tutto verrebbe a noia assai più rapidamente e diventerebbe presto insopportabile; il fatto che esistano continuamente “nuovi arrivati”, invece, rende tutto ciò che s’è già visto in qualche modo una “novità”. Oltre agli ormoni, sono l’inesperienza, e in certi casi l’ignoranza, a creare un entusiasmo che per gente matura e preparata sarebbe impossibile al di fuori del ruolo di trasmettitori di un modello. Dopo un solo secolo, ad esempio, chi lo sopporterebbe più il Natale? Personalmente ne avevo già le scatole piene di campanelli, trilli, ori, nastri rossi, regali, maestri cioccolatieri, in meno di quattro decadi; se fossimo condannati ad andare avanti per sempre, sono convinto che in un massimo di duecento anni (un decimo del tempo già trascorso), le tradizioni natalizie arriverebbero ad essere irriconoscibili. 
  116. Sono a favore della diffusione delle armi da fuoco, ma gradirei una migliore mira.
  117. Pregare per qualcuno significa continuare a non fare niente per lui, ma mantenendosi occupati.  
  118. Praying for someone is to keep doing nothing for him but in a busy way.
  119. Se la Natura fosse buona, ci risparmierebbe gli amanti della Natura.  
  120. Amico: quel curioso personaggio che in modo spesso incomprensibile e unilaterale ha deciso che non riuscirai a liberarti di lui.
  121. Capire è quella parola elusiva e al contempo supponente e pudica con cui ci si riferisce in effetti all’invecchiare.
  122. L’unica maniera saggia di affrontare la vita in modo costruttivo è motivarsi giorno per giorno al suicidio. Ma, si sa, si è tutti assai svogliati e pigri.   
  123. Il perdono è il modo di mostrare disprezzo preferito dai vigliacchi.
  124. L’unica forma onesta di amore è l’odio.   
  125. Hatred is the only honest form of love.
  126. Magari se tutti i credenti smettessero di colpo di pregare il mondo peggiorerebbe fortemente, e allora avemmo una conferma di quanto siano utili tutte quelle noiose giaculatorie telepatiche. 
  127. In un mondo dove la gente va in TV ad insegnare tra mille inutili complicazioni come fare la pasta aglio e olio, tutti finiscono per sentirsi speciali e interessanti. 
  128. Ci vuole una vita a riprendersi dal trauma di essere nati, e quando magari ci si sta pure riuscendo, arriva la morte. 
  129. In un certo senso il cristianesimo potrebbe essere visto come il peggio e descritto come una religione hippie e comunista difesa e imposta in modo fascista.  
  130. In a certain way Christianity could be seen as the worst ever, it is somehow a hippie and communist religion enforced and defended in a fascist way. 
  131. Ci sono due tipi di modi di narrare storie, uno che ti distrae dalla realtà e uno che cerca di proporla per quello che è. Pur non essendo affatto “la realtà” neanche il secondo, esso è per molti insopportabile. 
  132. Ricordate che il vero scrittore, quello con la SCH maiuscola, il talento puro, non legge mai, scrive e basta, anzi è proprio analfabeta e questo lo rende indagatore supremo dell’animo disumano.
  133. Quando non vuoi rovinare un’amicizia è perché l’hai già rovinata.
  134. Quando osservi solo incoerenza e caos nelle scelte politiche, significa che l’incoerenza e il caos sono la strategia  politica di qualcuno a cui fanno comodo.
  135. C’è gente che pomposamente afferma di essere disposta a morire -a morire!- affinché sia possibile a coloro che hanno un’opinione contraria alla loro di esprimerla. Personalmente volo più basso, possono esprimerla e non gli meno.
  136. Il lato positivo della III guerra mondiale è che non ci sarà una storia scritta dai vincitori e nessuno da biasimare in essa o per essa.
  137. La mia stagione preferita diventa subito l’inverno nucleare, riesco magicamente a comprendere le ragioni del cecchino di Las Vegas, le affermazioni di Kim Jong-un non paiono poi tanto assurde, lo sterminio è un’ottimo inizio, la pulizia etnica una pratica tantrica, mi alleo con insospettabili tiranni e “tagliagole” quando mi capita di leggere certa lirica posticcia e falsa.
  138. Tutti che mi insistono con questa storia delle “radici”, ma che vi sentite alberi per caso? Gramigne? Che siete? 
(Visited 300 times, 1 visits today)