Un’Osservazione dalla Frequentazione di Video-Documenti su J. L. Borges

Uso di buon grado le risorse che la tecnologia offre, quando inerenti ai miei interessi. Nell’ultimo anno mi sono dedicato con passione a uno dei miei autori preferiti, forse il preferito a questo punto, ed ho iniziato con un certo timore, come sempre si dovrebbe quando si decide di avvicinarci in modo più intimo a qualcuno che già si ammira. Era anche per questo che avevo titubato così a lungo.   Continue reading “Un’Osservazione dalla Frequentazione di Video-Documenti su J. L. Borges”

Su Rick and Morty

Questo articolo è stato pubblicato anche sul sito di Dimensione Fumetto, al solito con maggiore attenzione alla parte grafica.  

Rick and Morty è una serie animata americana ideata da Justin Roiland e Dan Harmon per la programmazione notturna di Cartoon Network di Adult Swim. Per ora consta di trentuno episodi, in tre stagioni in onda dal 2013, ma nel maggio del 2018 è stato annunciato che saranno prodotti altri settanta episodi in diverse stagioni e mentirei se non ammettessi di stare aspettando la quarta con una certa trepidazione. Continue reading “Su Rick and Morty”

Biblioteca di Babele e Anagenesifobia

Con la sua inarrivabile eleganza, Borges afferma che la Biblioteca di Babele (rectius: Biblioteca Totale) contiene, tra molto altro, l’Enciclopedia che Novalis avrebbe scritto. E similmente: “las paradojas que ideó Berkeley acerca del Tiempo y que no publicó”. Continue reading “Biblioteca di Babele e Anagenesifobia”

Palestre e Allenamenti

È una vita che vedo gente che si allena, e da sempre il mio sguardo ipercritico, e privo di ogni misericordia, è costretto a contemplare comportamenti ridicoli, e per di più sempre realizzati in modo un po’ pretenzioso.
Gli sportivi pare abbiano il complesso di essere considerati stupidi e ignoranti. Non ha senso! Si può essere stupidi e ignoranti, non è reato, o non ci sarebbero più cittadini a piede libero.
Continue reading “Palestre e Allenamenti”

Una riflessione sull’etnicità e il razzismo

Ieri parlavo con un mio studente, un ragazzo giovane e davvero brillante, di gran intelligenza, e appartenente a una famiglia americana di origine italiana quasi da modello, di grande successo in affari, con un’impresa che conta oltre quattrocento dipendenti, quando, senza averlo affatto pianificato abbiamo toccato un tema delicato. C’è confidenza ormai tra di noi, e ci diciamo le cose così cose come sono. In questo caso forse dei recenti avvenimenti assai spiacevoli occorsi in Virginia, con dei neonazisti in marcia per rivendicare le loro becere idee, ci hanno fatto finire per parlare di etnicità. Continue reading “Una riflessione sull’etnicità e il razzismo”

No Pain No Gain

Ho ripetutamente letto che per contrastare l’ormai evidente stato di sciatteria con cui si porta avanti la generalità delle attività e specie quelle che implicano la vis intellettiva, si dovrebbe puntare su una maggiore “competitività” (o competizione), che poi porterebbe a una migliore selezione delle risorse e a migliori risultati generali.
In diversi paesi, però, la competitività è vissuta in modi anche significativamente distanti (io conosco sufficientemente solo Italia, Spagna e Stati Uniti, che differiscono molto), ma tutti hanno lo stesso problema.
Continue reading “No Pain No Gain”

Sei come ti racconti di essere

È un po’ quello che succede ed è narrato nel film: “L’Uomo che Uccise Liberty Valance”.
Da osservazioni strettamente personali, vale a dire che potrebbero essere fortemente influenzate da pregiudizio, mi pare proprio che alla fine si diventi, anche come singoli, ma specie come collettività, quello che ci si racconta di essere, e lo si rimane fino a che non cambia il racconto che di noi stessi si fa. Continue reading “Sei come ti racconti di essere”