The Tattoos Collection

I had never liked tattoos, and I never wanted them, but not for religious reasons based on the absurd prohibitions of the King James Bible, Leviticus 19:28, Corinthians 6: 19-20, Revelations 19:16, and so on. I am not religious. On the contrary, I am an atheist and a humanist. I simply did not understand their meaning, nor see their attraction, and why one would decide to paint himself like that, spending big money on it! It is paying for an indelible stain, indelible, yet at the same time, fading after a few years. Plus, once they became fashionable, I began to really hate them with the intensity that characterizes me in everything I do and think. Continue reading “The Tattoos Collection”

I Tatuaggi

Non mi erano mai piaciuti i tatuaggi, e non ne ho mai voluti addosso, ma non per ragioni religiose, come le stupidaggini della Bibbia di Re Giacomo, Levitico 19:28, Corinzi 6:19-20, Rivelazioni 19:16, e così via, non sono religioso, al contrario, sono ateo e umanista; semplicemente non ne capivo il senso, non vedevo cosa avessero di attraente e perché mai uno potesse decidere di imbrattarsi così, e per giunta spendendoci soldi su: pagare per una macchia indelebile e al contempo sbiadita dopo qualche anno. Da quando, poi, sono diventati di moda, avevo iniziato ad odiarli veramente, con l’intensità che mi caratterizza un po’ in tutto quello che faccio e penso. Continue reading “I Tatuaggi”

Biblioteca di Babele e Anagenesifobia

Con la sua inarrivabile eleganza, Borges afferma che la Biblioteca di Babele (rectius: Biblioteca Totale) contiene, tra molto altro, l’Enciclopedia che Novalis avrebbe scritto. E similmente: “las paradojas que ideó Berkeley acerca del Tiempo y que no publicó”. Continue reading “Biblioteca di Babele e Anagenesifobia”

Elogio dell’Odio

Avevo in mente da tanto tempo di studiare  uno in particolare dei tanti sentimenti umani, concentrandomi su di esso per divenirne assai esperto, e dopo averne sentito parlare tanto male e così ripetutamente, si sa come funziona lo spirito di contraddizione, ho deciso di dedicarmi per intero e con tutto me stesso all’odio, quel sentimento a sproposito vilipeso e calunniato, aggiungo subito.  Continue reading “Elogio dell’Odio”

L’Anagenesifobia

L’anagenesifobia, o paura di rinascere, è una forma ansiosa estrema osservata in modo consistente solo di recente e derivata da -non del tutto- irrazionali timori riguardo a possibili sviluppi di certe nuove tecnologie e scoperte scientifiche in campo genetico. Si tratta di una versione paranoica di forme di più comune misantropia e asocialità, unite a posizioni filosofiche vagamente definibili come “esistenzialiste”. Continue reading “L’Anagenesifobia”

The Man Who Enjoyed Making Things ǝƨiwiяaяtиoↃContrariwise

Maybe just a few -but more likely no one else- were more ingenious than the one who liked to call himself: “the man who makes things contrariwise,” or the “retropoietic man”, or the “inversafacitor” and other wacky names typical of Classical construction and tradition.
He liked to propose himself as an alchemist, inventor, visionary, artist; completely unknown is his identity, though. Continue reading “The Man Who Enjoyed Making Things ǝƨiwiяaяtиoↃContrariwise”

L’uomo Che Si Divertiva A Fare Le Cose Al oiяaяtиoↃContrario

In pochi -e forse addirittura nessun altro- sono stati più geniali di colui che amava appellarsi: “l’uomo che fa le cose al contrario”, o l’uomo “retropoietico”, o “l’inversafacitor” ed altri strambi nomi della tradizione classica.
Amava proporsi come alchimista, inventore, visionario, artista; del tutto ignota è la sua identità.  Continue reading “L’uomo Che Si Divertiva A Fare Le Cose Al oiяaяtиoↃContrario”