La Magia di uno Strano Incidente alla Difesa Americana

Premessa
Su cosa possa essere definito “naturale” e cosa opporre di preciso a questa parola –artificiale? artefatto? o semplicemente: innaturale?- non prenderò posizione pur avendo le mie idee; non credo tuttavia che sarebbe possibile farne uso al di fuori del regno tanto indefinito quanto abusato dell’intuitivo e nel colloquiale.   Continue reading “La Magia di uno Strano Incidente alla Difesa Americana”

The Tattoos Collection

I had never liked tattoos, and I never wanted them, but not for religious reasons based on the absurd prohibitions of the King James Bible, Leviticus 19:28, Corinthians 6: 19-20, Revelations 19:16, and so on. I am not religious. On the contrary, I am an atheist and a humanist. I simply did not understand their meaning, nor see their attraction, and why one would decide to paint himself like that, spending big money on it! It is paying for an indelible stain, indelible, yet at the same time, fading after a few years. Plus, once they became fashionable, I began to really hate them with the intensity that characterizes me in everything I do and think. Continue reading “The Tattoos Collection”

I Tatuaggi

Non mi erano mai piaciuti i tatuaggi, e non ne ho mai voluti addosso, ma non per ragioni religiose, come le stupidaggini della Bibbia di Re Giacomo, Levitico 19:28, Corinzi 6:19-20, Rivelazioni 19:16, e così via, non sono religioso, al contrario, sono ateo e umanista; semplicemente non ne capivo il senso, non vedevo cosa avessero di attraente e perché mai uno potesse decidere di imbrattarsi così, e per giunta spendendoci soldi su: pagare per una macchia indelebile e al contempo sbiadita dopo qualche anno. Da quando, poi, sono diventati di moda, avevo iniziato ad odiarli veramente, con l’intensità che mi caratterizza un po’ in tutto quello che faccio e penso. Continue reading “I Tatuaggi”

L’Anagenesifobia

L’anagenesifobia, o paura di rinascere, è una forma ansiosa estrema osservata in modo consistente solo di recente e derivata da -non del tutto- irrazionali timori riguardo a possibili sviluppi di certe nuove tecnologie e scoperte scientifiche in campo genetico. Si tratta di una versione paranoica di forme di più comune misantropia e asocialità, unite a posizioni filosofiche vagamente definibili come “esistenzialiste”. Continue reading “L’Anagenesifobia”

Il mio primo tentativo di suicidio

Decisi di ammazzarmi quasi di punto in bianco. Non ci avevo, in effetti, lo ammetto, mai pensato su più di tanto; le cose non andavano nemmeno così male, dopotutto, ma leggendo e studiando ero arrivato alla conclusione inequivocabile che vivere è male di per sé, e che più si insiste peggio si fa. Continue reading “Il mio primo tentativo di suicidio”

L’hamburger di Teutoburgo

A quasi vent’anni di distanza, posso essere pressoché sicuro che non dimenticherò mai l’hamburger di Teutoburgo. 
Di solito, ma non è che un pregiudizio, non si va in Germania, specie dall’Italia, per ragioni culinarie; ogni stolto in Europa pensa di mangiare meglio di ogni altro stolto. Io però amo la cucina tedesca. Non è questo il punto, stavolta.   Continue reading “L’hamburger di Teutoburgo”