Una Storia di Scacchi

Avevo un amico che avrà pesato un cinquanta chili con tutte le scarpe, veramente minuto e magrolino; girava vestito da dandy e ci divertivamo a usare lemmi desueti in continuazione. Tutto considerato era un vero poeta, anche se non se ne rendeva conto, non ci teneva, e non scriveva poesie. Continue reading “Una Storia di Scacchi”

Elogio dell’Odio

Avevo in mente da tanto tempo di studiare  uno in particolare dei tanti sentimenti umani, concentrandomi su di esso per divenirne assai esperto, e dopo averne sentito parlare tanto male e così ripetutamente, si sa come funziona lo spirito di contraddizione, ho deciso di dedicarmi per intero e con tutto me stesso all’odio, quel sentimento a sproposito vilipeso e calunniato, aggiungo subito.  Continue reading “Elogio dell’Odio”

The Man Who Enjoyed Making Things ǝƨiwiяaяtиoↃContrariwise

Maybe just a few -but more likely no one else- were more ingenious than the one who liked to call himself: “the man who makes things contrariwise,” or the “retropoietic man”, or the “inversafacitor” and other wacky names typical of Classical construction and tradition.
He liked to propose himself as an alchemist, inventor, visionary, artist; completely unknown is his identity, though. Continue reading “The Man Who Enjoyed Making Things ǝƨiwiяaяtиoↃContrariwise”

L’uomo Che Si Divertiva A Fare Le Cose Al oiяaяtиoↃContrario

In pochi -e forse addirittura nessun altro- sono stati più geniali di colui che amava appellarsi: “l’uomo che fa le cose al contrario”, o l’uomo “retropoietico”, o “l’inversafacitor” ed altri strambi nomi della tradizione classica.
Amava proporsi come alchimista, inventore, visionario, artista; del tutto ignota è la sua identità.  Continue reading “L’uomo Che Si Divertiva A Fare Le Cose Al oiяaяtиoↃContrario”

A Brief History Of The Honesty Machine (Dystopian Short Story)

During the first half of the twenty-first century, corruption was such a global problem, and its effects were so devastating, that it was necessary to study -and find- an effective measure to limit its spread and the resulting damages. Continue reading “A Brief History Of The Honesty Machine (Dystopian Short Story)”

The TMAK Unit

Unprecedented profusion and speed in the history of the Imperial Democratic Minting and Printing Ministry! Posters carpeted the streets of the capital New Aachen outward to those of the smaller Teutonic villages. But only in the capital was it possible to admire the largest of them, the pride of national factories, which  had been continuously snorting vapors for thirty years. Continue reading “The TMAK Unit”

Il desiderio “Azzeccato” (Seconda Versione; due anni dopo)

Seduto sullo sgabello da lavoro della sua catapecchia, con strofinaccio ancora in mano e lume ad olio ossidato sulle ginocchia, gli si para davanti, in tutto il suo sfolgorante splendore, il famoso genio della lampada: indiano, severo, grasso, enorme. Continue reading “Il desiderio “Azzeccato” (Seconda Versione; due anni dopo)”