Sullo “Strano Libro” del Circuito Quindici-Novantaquattro della Biblioteca di Babele di Borges  

Come tutti, suppongo, ho avuto il mio primo contatto con l’infinito cercando di contare fino alla fine dei numeri. Ovviamente, si arriva subito alla vertiginosa conclusione che tale fine non esiste; da bambini ci si spaventa un po’, ma ci si rassegna pure piuttosto in fretta.
Con certa propensione alla complicazione e specie all’ostinazione, però, non ho mai del tutto rinunciato all’idea che un numero finale e definitivo possa esistere. Ammesso che ci si metta d’accordo in primo luogo su cosa significhi “esistere”. Continue reading “Sullo “Strano Libro” del Circuito Quindici-Novantaquattro della Biblioteca di Babele di Borges  “

Una possibile (e se del caso, probabilmente intenzionale) contraddizione nel racconto “La Biblioteca de Babel” di J. L. Borges

Nel racconto di Borges “La Biblioteca de Babel”, uno dei libri nominati, dal titolo “Axaxaxas Mlo”, non dovrebbe esserci, infatti la “x”, non essendo che una abbreviatura di “cs”, non dovrebbe essere inclusa nelle 22 lettere base dell’alfabeto usate per scrivere tutto lo scrivibile in ogni idioma.

Questo è quanto, ma per una disamina più brodosa e pedante, leggere oltre. Continue reading “Una possibile (e se del caso, probabilmente intenzionale) contraddizione nel racconto “La Biblioteca de Babel” di J. L. Borges”

La Volpe e il Riccio (o la Volpe e il Gatto)

The fox knows many things,
the hedgehog but one,
but it is enough.
(Greek proverb)

Stavo seguendo le proiezioni delle elezioni qui negli USA, quando mi sono soffermato sul logo di una delle compagnie che elabora i dati statistici, chiamata FiveThirtyEight, di abbastanza recente istituzione e posseduta dal colosso Walt Disney. Esso riproduce la forma stilizzata di una testa di volpe.

Continue reading “La Volpe e il Riccio (o la Volpe e il Gatto)”

Curiosità Linguistiche e Culturali dalla Serie TV Futurama

Ho imparato molto dalla mia serie preferita, Futurama. Negli anni ho sempre omesso di appuntare le varie “scoperte”. Ho deciso di iniziare solo ora, ma meglio tardi che mai, il contenuto non è solo ricco di curiosità per nerd, può anche aiutare i lettori e gli studiosi a capire e parlare meglio l’inglese.       
Inizio con pochi paragrafi nella speranza di essere costante e appuntare tutti i dati di volta in volta ricordati. Continue reading “Curiosità Linguistiche e Culturali dalla Serie TV Futurama”

Curiosità Americane: Nomignoli e Motti di Stati… e in particolare l’imbarazzante motto in italiano del Maryland

Oggi che, a causa di sommovimenti sociali, le tensioni crescono, lo Stato del Mississippi ha deciso di cambiare la propria bandiera, epurandone la parte che ancora mostrava il vecchio simbolo della Confederazione della Guerra di Secessione, negli Stati Uniti conosciuta più semplicemente come La Guerra Civile. Era l’ultimo a non essersene ancora disfatto, nonostante urti la generale sensibilità.

La bandiera dello Stato del Mississippi prima delle modifiche del 2020.

Continue reading “Curiosità Americane: Nomignoli e Motti di Stati… e in particolare l’imbarazzante motto in italiano del Maryland”

L’Ordine degli Aggettivi in Inglese (una Guida per Italiani)

L’inglese è (arguably) la lingua più difficile del pianeta. Lo studio ogni giorno da anni, non lo so ancora come vorrei, ma vorrei provare ad essere utile lo stesso, illustrando uno dei temi più difficoltosi per italiani (e stranieri in genere). Proporrò la mia maniera di affrontarlo. Continue reading “L’Ordine degli Aggettivi in Inglese (una Guida per Italiani)”

Un’altra Nota sulla Biblioteca di Babele di Borges

Dedicarsi alla computisteria della Biblioteca di Babele di Borges non è sempre triviale e pomposo esercizio di pedanteria intellettualistica, può anzi essere utile per apprezzare meglio la vastità di quel luogo fittizio inventato dall’autore, la quale, nella mera intuizione della prima lettura, magari non rende sempre giustizia alle davvero colossali proporzioni del posto. Rimane tuttavia chiaro che per immane che essa possa essere, il salto all’essere “infinita” a forza di sole addizioni è impossibile. La distanza che c’è tra una biblioteca composta da un solo scaffale a una infinita e quella di una biblioteca di dieci alla milionesima scaffali a una infinita è pressoché identico; entrambe sono insignificanti. Continue reading “Un’altra Nota sulla Biblioteca di Babele di Borges”