Category Archives: Traduzioni Mie di Libri Interessanti

Quando mi capita qualche Libro Interessante che non riesco a Trovare in Italiano, Cerco di Proporre una Traduzione mia dallo Spagnolo o dall’Inglese per i miei Lettori.

L’Inno degli Stati Uniti d’America

Star_Spangled_Banner_Flag_on_display_at_the_Smithsonian's_National_Museum_of_History_and_Technology,_around_1964Interessandomi alla storia e le tradizioni della mia nuova patria, mi sono ovviamente imbattuto nell’inno nazionale, elemento chiave di unità e celebrazione del paese, e che è tale ufficialmente solo dal 1931. Continue reading L’Inno degli Stati Uniti d’America

XVII. Estratto da “Storia della Stupidità Umana” di Paul Tabori, Capitolo VIII Mito e Sogno, Par. IV, Parte IV

E che dire delle opinioni esperte dei medici di Montpellier? Non era possibile criticarle troppo duramente, dopotutto nel secolo XVII, si credeva ancora e generalmente che il vento poteva fecondare la matrice femminile. Continue reading XVII. Estratto da “Storia della Stupidità Umana” di Paul Tabori, Capitolo VIII Mito e Sogno, Par. IV, Parte IV

XVI. Estratto da “Storia della Stupidità Umana” di Paul Tabori, Capitolo VIII Mito e Sogno, Par. IV, Parte III

Ad ogni modo siamo riusciti a stabilire la seguente premessa: sulla scorta dell’insegnamento di Paracelso era possibile creare esseri umani senza aiuto della donna. Se la toeria fosse stata corretta ci sarebbe stato da supporre che pure le donne avrebbero potuto concepire per vie altre rispetto a quelle della Natura. Continue reading XVI. Estratto da “Storia della Stupidità Umana” di Paul Tabori, Capitolo VIII Mito e Sogno, Par. IV, Parte III

XIV. Estratto da “Storia della Stupidità Umana” di Paul Tabori, Capitolo VIII Mito e Sogno, Par. IV, Parte I

Se l’alchimista poteva preparare nei suoi alambicchi e serpentine una pozione capace di creare l’eterna gioventù –vale a dire era capace di vincere la morte- perché non si sarebbe potuto magari raggiungere il successo all’altro estremo della linea biografica? Continue reading XIV. Estratto da “Storia della Stupidità Umana” di Paul Tabori, Capitolo VIII Mito e Sogno, Par. IV, Parte I

XIII. Estratto da “Storia della Stupidità Umana” di Paul Tabori, Capitolo VIII Mito e Sogno, Par. III, Parte II

La concezione della sunamita svelò un altro mezzo per ravvivare il fuoco della vita e riaccendere la fiamma dell’entusiasmo. In breve l’idea era utilizzare il respiro umano per restaurare il vigore e la virilità dell’uomo. Continue reading XIII. Estratto da “Storia della Stupidità Umana” di Paul Tabori, Capitolo VIII Mito e Sogno, Par. III, Parte II

XII. Estratto da “Storia della Stupidità Umana” di Paul Tabori, Capitolo VIII Mito e Sogno, Par. III, Parte I

Verso la metà del secolo XVIII una nuova prospettiva di ringiovanimento infiammò Parigi. Perché mai cercare l’eterna gioventù a Bimini, quando si trovava lì stesso, a portata di mano? Il sangue, il fluido vitale, era presente ovunque; circolava nelle vene dei giovani. Bastava utilizzarlo a beneficio degli anziani… e ne sarebbe comunque rimasto abbastanza per i rispettivi proprietari. Continue reading XII. Estratto da “Storia della Stupidità Umana” di Paul Tabori, Capitolo VIII Mito e Sogno, Par. III, Parte I

XI. Estratto da “Storia della Stupidità Umana” di Paul Tabori, Capitolo VIII Mito e Sogno, Par. III, Parte I

Nella biblioteca del conte Alessandro Apponj trovai un libro di considerevole rarità. Fu pubblicato a Parigi nel 1716, da Longueville-Harcourt, ed il suo titolo è: Histoire des persone qui ont vécu plus d’un siecle, et de celles qui ont rajeuni, avec le secret du rajeunissement, tiré d’Arnauld de Villeneuve. Continue reading XI. Estratto da “Storia della Stupidità Umana” di Paul Tabori, Capitolo VIII Mito e Sogno, Par. III, Parte I

X. Estratto da “Storia della Stupidità Umana” di Paul Tabori, Capitolo VIII Mito e Sogno, Par. II, Parte V

Cagliostro non merita di certo di essere inserito tra gli alchimisti, anche se egli stesso diffuse la diceria per la quale era a conoscenza dell’Elisir. Tuttavia non fu come alchimista che assunse le sue conoscenze, ma attraverso il papiro del Gran Copto, capo supremo di una assurda loggia massonica, che seguiva i rituali dell’”antico Egitto”. Questa loggia, nella quale confluiva ogni sorta di confuso misticismo, non ebbe difficoltà a trovare adepti nella Parigi del XVIII secolo, dove avventurieri impostori prosperavano meravigliosamente. Continue reading X. Estratto da “Storia della Stupidità Umana” di Paul Tabori, Capitolo VIII Mito e Sogno, Par. II, Parte V