Coglioni nella mia vita, paragrafo V

Finalmente qualcosa di personale! Sto invecchiando! Ho visto ambienti di tutti i tipi, palestre, biblioteche, università, consigli di amministrazione, tribunali, bettole, ville, famiglie, ospedali, alcuni di essi particolarmente adatti alla profusione di coglioneria. Questa è una nuova serie dedicata a tutte le persone coglione che hanno lasciato un momento indimenticabile di coglioneria nella mia memoria.

 

Si narra che un tizio, scorgendo in strada una assai anziana cinese curva a scrutare millimetro per millimetro una zona illuminata da un lampione, le chiese cosa mai avesse perso e stesse cercando. L’ago! Offertosi, cortese, di aiutarla, ma non trovandolo, titubante, dopo lunghe ricerche cercò di ricostruire l’episodio dello smarrimento: “dove avete perso l’ago signora?” e quella rispose: “a casa!”. Il giovane perplesso mormorò: “l’avete perso a casa e lo cercate in strada sotto il lampione?”. “Sì!” precisò la vecchia, “perché sotto il lampione ci si vede molto meglio che a casa mia”. Ciascuno si lasci illuminare nelle sue prese di posizione dalla lanterna che vuole, coi risultati che merita e che abbaglieranno a loro volta il mondo con la coglioneria che gli è data. In Italia, non bastando già fasci e zecche, col loro ingente ritardo e nonsenso politico, scoprii, nel primo anno del terzo millennio e durante una visita a Civitella del Tronto, la possente fortezza ultima caduta nel… che ancora esistono pure borbonici ed antigaribaldini. Cittadini di utilità ed efficacia simile a quella delle salviette da bar, entrato nel museo del posto, sorpresi (affatto imbarazzati) due galantuomini di mezza età intenti a sputare ripetutamente e con in volto tutta la bile, la ferocia e l’odio possibili, sulle effigi di Mazzini e Garibaldi. I quadretti erano diventati uno schifo, gocciolanti di saliva di coglione. La mia fidanzata di allora, svedese, quasi intimorita dal livore e dalla aggressività spropositata della scena, non capiva! Sono arrabbiati pure con noi? Siamo in pericolo? Come spiegare la bizzarra situazione se non attingendo sorridenti all’universale concetto di coglioneria umana? Comprensibile anche presso le pagane popolazioni dei frisoni degli juti, dei turingi, degli alamanni e compagnia bella?

(Visited 65 times, 1 visits today)