Estratto da “Storia della Stupidità Umana” di Paul Tabori, VIII; Capitolo VIII Mito e Sogno, Par. II, Parte II

Fino a qui ci siamo occupati di atti espressione di sapienza… per quanto a volte un po’ esagerata. Ma il resto è parte del nostro tema principale.

Gli apostoli della moderazione conquistarono assai pochi discepoli. A dire il vero l’umanità non s’è mai interessata di una vita prolungata se essa prevedeva frittelle di mais e rossi d’uovo.

Invece di vivere in tale oscura e tediosa realtà, preferì il cammino di un sogno abbagliante… l’illusione dell’eterna gioventù.

L’idea che dovesse esistere una certa panacea miracolosa (un qualche rimedio che consentisse di trasformare la acciaccata anzianità in trionfante giovinezza, senza necessità di mortificazione) ha ispirato l’umanità sin dalle favole magiche dei miti classici, sino agli esperimenti del professor Steinach con le ghiandole delle scimmie.

Secondo la mitologia greca, il segreto dell’eterna bellezza di Era dipendeva da periodiche visite alla fonte dell’eterna giovinezza, dove si immergeva. La tradizione di secoli trasformò questo racconto fantastico in una realtà accettata dalla concezione del mondo antico e la leggenda perdurò fino al Medioevo.

Tuttavia il potere ringiovanente della mitologica fonte fu più o meno confutato dalla lista pressoché infinita che la mitologia greca forniva di avventure extraconiugali di Zeus.

Se tanto sorprendenti erano bellezza e giovinezza della dea, perché tanti svarioni amorosi?

La mitologia scandinava ubicava la miracolosa fonte, la Jungbrunnen, nel castello di Iduna. Lucas Cranach e i suoi compagni di scuola, dipinsero dozzine di quadri su tale suggestivo tema, da un lato entrano nella fonte anziani decrepiti e rinsecchiti, dall’altro escono esseri giovani e belli…

Le storie romantiche di cavalleria, i romanzi medievali, pure includevano estesi riferimenti alla fonte dell’eterna giovinezza. Quando cominciò l’esplorazione di nuovi e sconosciuti continenti, la gente presuppose che tra i tesori di queste “regioni meridionali” dovesse trovarsi la meravigliosa fonte. Si trovava in India, dove Alessandro il Grande la aveva già cercata? O nel paese favoloso del Prete Gianni, che l’immaginazione ubicava in Asia o Abissinia? Dopo la scoperta dell’America queste speculazioni si concentrarono particolarmente, e un conquistatore spagnolo armò due navi con il fine preciso di cercare la famosa fonte.

Il suo nome era naturalmente Ponce de Leon, e si sapeva (o si immaginava) che Bimini era il nome dell’isola dove si trovava la fonte che miracolosamente trasformava i vecchi in giovani. Conquistadores ferrei e pronti a tutto, provati in feroci battaglie, attraversarono gli oceani sconosciuti in direzione dell’isola misteriosa. La baldanzosa impresa non utilizzava come guida il compasso della scienza… ma la stupida ciarla di alcuni nativi.

Niente è così caratteristico dell’anima del conquistador spagnolo, mescola si disprezzo per la morte, virile determinazione, credulità infantile, come il fatto che si facesse condizionare da una combinazione di romanzi cavallereschi e di storie favolose inventate dagli indios. Era molto probabile che la popolazione nativa, che odiava i conquistadores, diffondesse deliberatamente il racconto della fonte magica di Bimini con lo stesso proposito che la spinse a parlare del sogno di El Dorado… sbarazzarsi una volta per tutte degli invasori.

Ponce de Leon non trovò Bimini, ma quando navigava verso il nord, scoprì una meravigliosa costa, coperta di fiori e di abbondanti frutti. A causa dei fiori che la adornavano così riccamente la battezzò col nome di Florida. E per un certo tempo cercò la fonte, ma alla fine si stufò della faccenda, e tornò in patria più malato e vecchio di quando era partito.

Il fallimento della spedizione a Bimini distrusse i sogni della vecchia Europa, così desiderosa di ringiovanimento.

Si comprese che le fonti dell’eterna giovinezza erano solo fonti termali, che l’influsso delle leggende aveva trasformato in fantastici e inarrivabili sogni di ringiovanimento.

(Visited 73 times, 1 visits today)