I BOIA e Altre Atrocità, Parte XXXII

Prima di concludere, e per non privarci di niente, vediamo solo due notizie da oltreoceano, dove la pena di morte non solo ancora vige, in molti Stati, ma è stata usata, e comminata anche in modi unici. Specialmente tutti conoscono la così detta sedia elettrica, la camera a gas, l’iniezione letale.

Gli Usa sono uno dei pochi posti dove persino un Presidente ha funto da boia! Forse lo spirito del suo popolo è piuttosto duro e informale: poche ciance! Se c’è da fare un lavoro si fa! Stephen Grover Cleveland è stato il 22° e 24° Presidente degli Stati Uniti ed uno dei due democratici (a fianco Woodrow Wilson) eletti alla presidenza in epoca di dominio repubblicano tra il 1861 e il 1933.

Fu famoso e celebrato per la sua onestà, fiducia in se stesso, integrità, e impegno per l’applicazione dei principi del liberalismo classico. Combatté senza tregua la corruzione politica, il clientelismo. In effetti, come riformatore il suo prestigio era così forte che l’ala “Mugwumps”, lo sostenne nel 1884. Cleveland fu anche sceriffo, anche se il suo biografo Rexford Tugwell descrisse tale periodo come uno “spreco politico”.

Ma un episodio fu importante, durante il suo mandato. Rivestendo tale carica, infatti, era personalmente incaricato di effettuare le esecuzioni, ma come d’uso avrebbe potuto optare per assegnare il compito a un suo collaboratore dietro compenso di 10 dollari, come già avveniva anche in Gran Bretagna. Ma il 6 settembre 1872, decise di eseguire personalmente l’impiccagione di Patrick Morrissey, che era stato accusato di aver ucciso la madre. Poi si ripeté impiccando un altro assassino, John Gaffney, il 14 febbraio, 1873.

George Maledon fu, e giustamente, soprannominato “Il Principe di degli hangmen” (dei boia –e specificamente per impiccagione-); servì nella corte federale del giudice Isaac Parker. Smise di lavorare per la stessa nel 1894, e cominciò a viaggiare portando con sé una mostra sulla forca e varie reliquie, tra cappi e fotografie degli uomini che aveva giustiziato.

Jimmy Thompson esercitò nel Mississippi tra il 1940-1950 eseguendo circa 55 condanne. Tatuato, era solito usare una sedia elettrica portatile venendo pagato 100 dollari a esecuzione. La sedia elettrica era stata inventata da Edison durante la così detta “guerra delle correnti” e fu utilizzata solo negli USA dal 1888.

Thomas Berry Bruce pure esercitò nello stato del Mississippi dal 1957 al 1987, giustiziando una quindicina di persone, tra cui Jimmy Lee Gray il bastardo che fu condannato per il rapimento, lo stupro anale e l’omicidio della bimba di tre anni Deressa Jean Scales avvenuto nel 1976 quando era libero sulla parola dopo una condanna in Arizona per l’omicidio di una sedicenne. Per molti anni, la moglie non era a conoscenza del suo lavoro; pensava che lui vendesse frutta e verdura per negozi di alimentari. Tutte le sue esecuzioni furono realizzate tramite camera a gas.

Edwin F. Davis di Corning, Steuben County, New York è stato il primo “elettricista di Stato” (carnefice tramite sedia elettrica) per lo Stato di New York. Nel 1890, Davis apportò molti perfezionamenti alla prima versione di sedia elettrica utilizzata. E nella sua carriera eseguì 240 condanne a morte tra il 1890 e il 1914, tra cui quella del primo uomo ad essere arrostito su tale strumento, William Kemmler, lo sbandato e alcolizzato che uccise la sua compagna Matilda Ziegler con un’accetta, e la prima donna Martha M. Place, nel 1899 a Sing Sing, la quale aveva assassinato la figliastra diciassettenne, che fu trovata priva di vita sul letto, e persino con il volto sfigurato da acido per fotografia, presente in casa perché tale attività era una passione del marito.

Giustiziò inoltre assassini come Leon Frank Czolgosz che a Buffalo, città dove un medico aveva elaborato il primissimo disegno di sedia elettrica, sparò al presidente William McKinley, il quale morì a causa delle ferite riportate, essendo  uno dei Presidenti degli USA uccisi in un attentato assieme a: Abraham Lincoln, James A. Garfield, e John F. Kennedy.

Davis brevettò alcune sue specifiche caratteristiche del mezzo da esecuzione sotto la US Patent No. 587.649, per la sua “Elettrocution-Chair”, il 3 Agosto 1897.

Suo allievo fu John W. Hulbert, Jr. all’attivo con 140 esecuzioni durante il suo mandato. Secondo il suo collega Amos Squire, medico della prigione di Sing Sing, Hulbert fu colto da una grave forma depressiva a seguito del suo lavoro, ma eseguiva il suo dovere per il buon compenso di 150 dollari a esecuzione.

Questo carnefice fece di tutto pur di mantenere la sua privacy, e non ha mai permesso alla stampa di fotografarlo; fu descritto dai poetici giornali americani come “l’uomo che cammina da solo”. A seguito di un esaurimento nervoso nel 1926 andò in pensione come carnefice e dichiarò lapidario: “mi sono stancato di uccidere gente”. Nel 1929 si aggravò ancora per la morte della moglie, Mattie, e all’età di 59 anni si suicidò sparandosi nella cantina di casa.

(Visited 174 times, 2 visits today)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.