Il nonno

Eh, la vita è una tragedia! Mette tristezza a pensarci su! Guardo mio nipote, poverino, era, fiero, prestante, atletico, e fino a tarda età; ora già, come tutti prima o poi, ha fatto un calo! È piccolo piccolo, sarà alto un metro, gira per casa correndo con passetti malfermi, non cammina più corricchia di qua e di là, si aggrappa a tutto; ha disappreso come si parla, blatera suoni sconclusionati, gli si deve stare sempre dietro. Presto finirà anche lui per dover stare in braccio a noi, stillare moccio, mangiare pappe e poi ciucciare latte dalle poppe, e infine svanirà nel ventre di sua madre. Mio figlio mi ha fatto vedere le foto di quando nacque, noi non c’eravamo ancora, era già enorme, rugoso, sì, fiacco, con la pelle decrepita e marrone, macchiata, ma aveva uno sguardo sveglio, una intensità che altri vecchi non hanno a quell’età, appena usciti dalla fossa. Al massimo della prestanza, anni dopo, lì me lo ricordo bene, era alto due metri! Non stava male per niente quando nacque, fu senza travaglio: da un infarto nel sonno.

Sì, finisce così per tutti, ultimi nove mesi in gestazione in grembo ed è andata. Secondo me nel nulla! Mio pronipote nacque da un incidente d’auto, mio nonno era già lì, non capita spesso, pensa che all’epoca, si parla di tra almeno cinquanta anni, le auto non erano più neppure troppo comuni; si accese di colpo al volante e via! Non conobbe mai suo figlio, ma almeno si risparmiò tutta la vecchiaia, chissà come sarebbe stata, magari dolorosa …e invece fece un vita breve, ma intensa.

Non si sa quando e come si arriva qui, ma una volta fuori dalla fossa si sa già quando si morirà!

A volte la vita sa essere crudele, pensa che ci sono dei poveracci che sono nati in campi di concentramento, o mentre venivano tagliati a pezzi per ore, conosco storie raccapriccianti. Poi magari andando avanti la vita non è così male, e si finisce come al solito… abbastanza soave tutto sommato, inquietante, certo, ma soave. Comunque non saprei immaginare una situazione più spaventosa dell’esistere e del finire nel nulla magari.

Beh, io sì! Chissà cosa ci riserva il passato. E pensa, so che è assurdo, ma… pensa se le cose andassero al contrario: nasci da una madre e finisci per morire finendo in una tomba. Spesso il momento più doloroso concluderebbe la già misera esistenza.

(Visited 49 times, 1 visits today)