Il Nuovo Ordine Mondiale

Questo pezzo è solo scherzoso, non vuole avere alcun rigore storico o sociale, nomi e posizioni di ciascuna credenza religiosa sono appaiati a caso e senza criterio alcuno. Esso vale solo come parodia del pensiero religioso le cui tendenze restrittive e limitative della libertà sono sotto gli occhi di tutti.

Il Nuovo Ordine Mondiale

– Hai già preso l’Incunabolo del Nuovo Ordine Mondiale?

– Che?

– Il Nuovo Ordine Mondiale! È sulla bocca di tutti, su! Tira tira la corda con la storia dell’ateismo e l’agnosticismo, gli altri si sono uniti, e ora niente più scismi o gruppi, diatribe; tutte le religioni, frange delle stesse e sette, si sono ricomposte in una sola, hanno stipulato un patto e con esso guideranno e condizioneranno definitivamente il comportamento di tutti gli esseri umani.

– Volenti o nolenti?

– Volenti o nolenti! È tutto scritto nel manuale… nell’Incunabolo.

– ?

– Sono solo tremila pagine fitte fitte di precetti. Lo hanno fatto succinto, è solo una brochure essenziale, più che altro di condotte, peccati e relative sanzioni, i dettagli saranno spiegati poi dai predicatori in sandali; se non lo hai già te lo consegneranno con le pagine gialle da qui a una settimana, e poi non si sgarra, però! Ignorantia legis non excusat! Io ne ho già una copia a casa.

– E che dice più o meno?

– Lo devo approfondire, ma quello che mi ricordo di ciò che ho letto: gli Sciiti pur essendo in netta minoranza si sono imposti subito, su certi argomenti, hanno fatto una bagarre tale che alla fine sono stati accontentati nelle loro posizioni oltranziste rispetto a bestemmia e blasfemia, appoggiati dagli ebrei ortodossi, in specie. Non sarà più possibile nominare Dio invano, né dipingerlo o ritrarlo, rappresentarlo in nessuna forma! Pena: la morte!

– Ah!

– Per “invano” va inteso “mai”, d’altra parte non riuscivano a raggiungere un accordo sul nome definitivo da dare a Dio, quello che ognuno chiamava in un modo diverso; dopo un po’ si sono stufati di discutere, quindi d’ora in poi non si nomina più e tanti saluti! Ovviamente, ma su questo c’era già un accordo anteriore, tutte le opere del passato che lo ritraggono esplicitamente saranno distrutte, su tutti i supporti, e possederne riproduzioni di ogni qualità e modo sarà considerato delitto punibile con la fustigazione e se recidivi, la morte lenta.

– E il Papa ha concesso che si venga demolita roba tipo la Cappella Sistina e tutto il resto di valore che ha?

– Sì! Sì, e con certa serenità, e così tanti altri, tra cui i buddisti, che se ne fregano delle loro monumentali statue… …Per altre concessioni a cose che interessavano a loro, tra cui una bella fetta di contributi e schiavi…

– Schiavi?

– Sì, poi ne parliamo… Ovviamente niente più crocifissi in giro, guardiamo il lato positivo! E nel paradosso non si sentirà più parlare di Dio, è innominabile, non ha nome…

– I sunniti dal canto loro hanno preso molto a cuore la questione dell’impura natura delle donne e le provocazioni e seduzioni del loro corpo peccaminoso e mensilmente sanguinante, che dal mese prossimo dovranno indossare tutte vesti da loro approvate, cioè una: il burqa!

In casa, per chi li preferisca, ci sono abiti in stile Amish e Mennonita, che sono riusciti a dire la loro su questo e su poco altro, in pubblico, però, solo burqa!

– E le femministe?

– Non sono mica una religione! Se la pigliano in culo come tanti altri. Lasciami usare volgarità, che tra un po’ sarà vietato usare espressioni gergali che si riferiscano a pratiche impure come la sodomia. Sarei punito con cento nerbate. Praticarla, attiva o passiva, su maschio o femmina, è un lasciapassare diretto per la decapitazione!

– ?

– Sul sesso s’è proibito quasi tutto, compreso parlarne, ci arriviamo… Ma dunque, vediamo: Ismailiti e Nizariti hanno chiesto e ottenuto il versamento obbligatorio di un quinto delle proprie risorse economiche annuali come “carità” a tutte le religioni in generale, così però poi tutti si sono ingolositi e lanciati all’assalto.

Altri quinti vanno alla Chiesa Cattolica, che in cambio ha concesso la distruzione di arte e simboli sacri non consoni al nuovo accordo, ai sultani e califfati unificati, ai protestanti unificati, che però prendono un extra dalle grandi corporazioni che rimarranno in piedi dopo i tagli ad attività impure (saranno poche).

Al cittadino rimane un quinto, ma non lo puoi spendere praticamente per nulla, quindi…

I Drusi hanno imposto il loro esoterismo, perciò da ora in poi si dovrà credere formalmente anche alla metempsicosi, oltre a tutto il resto che già c’è. La reincarnazione non è compatibile con nulla di altro che si afferma, ma si deve far finta di sì, anche gli indiani ci tenevano, altrimenti l’accordo sarebbe saltato. Pena: la morte per eresia, cioè tortura e rogo.

Il Jafarismo con ampie influenze Zaidiche controllerà le scuole giuridiche e i seminari, assieme ai gesuiti e l’Opus Dei; il diritto sarà quindi da ora in poi un compendio delle loro dottrine e basato solo sulla religione, unendo i precetti di tutte le altre, almeno nelle proibizioni, che poi è quello che a loro interessava.

Ovviamente il numero dei reati è in drastico aumento (il numero di fatti punibili, dico, dato che si sono sommati gli uni agli altri su richiesta di ciascuno) e le pene sono quasi esclusivamente corporali perché nessuno ha rinunciato ai suoi peccati specifici.

Finalmente si può dire in senso letterale: tutto è peccato!

I cattolici spagnoli hanno preso la palla al balzo, chiesto ed ottenuto la reintroduzione della Santa Inquisizione, controllata da loro, che si occuperà per tutti delle procedure sanzionatorie, della tortura, che sarà solo quella tradizionale occidentale su concessione di tutto l’Islam, il quale ha solo preteso l’introduzione-mantenimento di un paio di pratiche a loro care per amministrare “giustizia domestica” verso mogli, schiave, concubine e figlie, falaka e poco altro, e di un paio di torture cinesi che il gran inquisitore ha trovato deliziose.

Meglio non sgarrare, che la più lieve delle sanzioni prevede cento colpi di frusta e lo strappado spagnolo per oltre un’ora, la migliore della morti è la garrota (la ghigliottina è troppo blanda, troppo illuminista), mentre le morti più orribili, squartamento, divoramento da ratti, bruciature e il temutissimo cinese lingchi, che è stato però destinato a chi viola in modo patente i principi del confucianesimo o bestemmia.

I cinesi ne vanno fieri, si dice che alcuni “artisti” di macelleria (e non sarà più possibile chiamarli tali) possano realizzare oltre diecimila tagli; ora tocca agli spagnoli imparare… Per il resto i cinesi non hanno fatto particolari richieste essendo piuttosto tiepidi quanto a religione.

Il Mutazilismo e specie gli Ibaditi hanno curato la parte dell’unicità di Dio, che, non essendo possibile nominare invano e visto che “invano” è diventato tutto e che non ha nome ufficiale e ci si deve riferire a lui con stancanti e precise perifrasi, pena per eventuali errori: la fustigazione pubblica e l’umiliazione alla gogna. Meglio tacere!

L’unica cosa che le tre maggiori religioni monoteiste all’unisono hanno ottenuto è stata la proibizione di ogni panteismo.

I Satanisti sono stati messi alle corde, e la loro esistenza stessa è stata per qualche tempo in bilico, ma si sono alleati ai Neopagani ed essendo comunque utili alla causa della lotta alla secolarizzazione, hanno ottenuto due giorni di festa loro: Befana e Candelora, il permesso di fare l’albero di natale e lì finisce.

Il culto dei santi è ammesso però, sempre beninteso sostenendo che di uomini e non di divinità si tratta, e così gli esorcismi, ma solo se comportano penitenze corporali i primi, come trascinare pesi, autoflagellazione, etc. e torture fisiche i secondi quali imporre marchi con ferri roventi e tutto il resto che è ampiamente illustrato nell’incunabolo, vedrai!

I sunniti l’hanno fatta un po’ da padroni quanto a assetto generale della vita quotidiana, con ampie adesioni di alcune frange protestanti come Assemblea di Dio, Prima Chiesa Battista. Tutti i gruppi sunniti: Hanafiti, Hanbali, Maliki e Shafi hanno in gestione la preghiera, che deve essere realizzata almeno (obbligatorie) otto volte al giorno in almeno quattro templi diversi appartenenti in origine a religioni diverse, sempre una sinagoga, una chiesa protestante, una cattolica (qui l’hanno spuntata: rosario), e una moschea a scelta.

Si deve pregare, alla maniera sciitica per almeno tre volte, e in ginocchio a mani giunte una. Uso abbondante di ceneri. La musica è però vietata per tutti e in ogni sua manifestazione per volere dei più oltranzisti protestanti, e tutti gli organi saranno demoliti e gli spartiti bruciati. Vietati canti, altri che il gregoriano, e solo una volta l’anno, ad anno nuovo.

Anche il resto delle arti, viste come: “imitazione dissacrante dell’operato divino”, sono state proibite con buona pace dell’Occidente, che qui ha dovuto abbassare la cresta, ma ha avuto poi altre concessioni politiche, appalti, terreni. Lo sport è punito con la morte, sia praticarlo che (anche peggio) esserne spettatore.

Gli ebrei ortodossi hanno imposto che tutti i competenti in materia di fede conoscano l’ebraico e che esso sia lingua ufficiale anche nel diritto e unica scrittura ammessa. Per il resto è vietata l’alfabetizzazione.

– Ma così si tornerà al Medioevo…

– E che ci si vuol fare ormai?

Si sono poi uniti ai musulmani per imporre una dieta universale. Vietato, ovviamente, da ora in poi mangiare porco, ma per ottenerlo anche tutte le altre religioni, per minoritarie che fossero, hanno preteso che i loro cibi vietati fossero messi al bando universalmente.

La Chiesa Cattolica ha rispolverato il suo divieto di mangiare carne il venerdì e per stare al passo coi tempi lo ha inasprito: digiuno assoluto! Ha però dovuto concedere che tutti si faccia il Ramadan, e per giunta nella versione più rigorosa.

È finita l’epoca dell’alcool, quello rimasto andrà distrutto. Ovviamente, si mangiano solo animali con zoccolo fesso, alla maniera halal, niente cibi crudi. I giapponesi hanno rinunciato di buon grado a sushi e sake pur di ottenere che i fallimenti personali (di ogni genere) siano emendati sempre col seppuku. I suicidi fioccheranno, stai a vedere!

– Eh!

– I vegani non sono stati riconosciuti come una setta religiosa, ma c’è mancato poco, e comunque in virtù del loro rigore di morte hanno uno status equiparato a quello degli “operatori della fede”. Quindi godono di uno status privilegiato rispetto ai comuni servi della gleba come te e me e vanno serviti e riveriti.

Il sesso è invece stato completante affidato alle cure dei cristiani, i più saggi in merito, e pure qui è prevalsa la linea dura, specie dei puritani, che ci tenevano tanto a dire la loro.

I cattolici hanno provato coi loro soliti trucchi a mischiare le carte in tavola e realizzare distinguo di lana caprina tra “promessa” di castità e “voto”… hanno cercato di far passare la loro filosofia per cui un precetto può essere affermato, ma poi non effettivamente imposto e la sua violazione tollerata (specie riguardo ad adulterio e prostituzione), ma non sono stati ascoltati. Non è più tempo di ipocrisie! S’è detto. Si sono però rabboniti dato che sono cresciute le entrate economiche e la concessione di terra e schiavi.

– ?

– Poi ne parliamo! Per ora diciamo solo che da ora in poi la donna è proprietà dell’uomo, oltre al vestito islamico o mennonita (ma solo in casa) deve sposarsi per poter fare sesso, altrimenti sarà punita con la lapidazione (nei casi meno gravi).

Il sesso è permesso solo tra coniugi e nell’unica posizione chiamata “missionaria”, con un lenzuolo con un buco tra i corpi dei due soggetti e a fini strettamente procreativi, evitando l’orgasmo femminile.

Ogni altra pratica è vietata e gli ispettori della Santa Inquisizione (chiamati SS, da Santa Suspicie) hanno il dovere di controllare nelle abitazioni che i precetti non vengano violati.

Eventuali stupri sono sempre da considerasi frutto della perversa e provocatoria natura femminile; qualora denunciati, l’uomo paga una multa e le donne coinvolte vanno fustigate duramente e, qualora non si sottomettano, lapidate dalla folla infuriata e polverosa.

L’età in cui le donne possono essere deflorate è anni undici.

– Pederastia!

– Pura!

Si sono riprese alcune posizioni precedenti al consiglio di Efeso e di Calcedonia, e invece del servizio militare, formalmente abolito urbi et orbi con bolla papale sottoscritta da ciascun rappresentate religioso, tutti gli abitanti del pianeta sono tenuti a spendere almeno cinque anni vivendo in povertà nel deserto di Tebaide, che sarà molto affollato d’ora in poi.

Si può optare per essere stiliti, cibandosi di locuste, o in grotta come eremiti cibandosi di noci e fogliame.

Passati questi cinque anni di privazioni e solitudine c’è da recarsi fisicamente alla Mecca per almeno una volta l’anno, ma è ben visto che ci si rechi a piedi almeno due, o a piacere visitare Santiago de Compostela o il monte Kailash in ginocchio.

Quanto a reiterazione dei comportamenti, i pentacostali hanno chiesto il rinnovo del battesimo in età adulta, così alla fine s’è stabilito che ci si deve battezzare e confermare ogni anno in complicati rituali che prevedono digiuni, astinenze e specie l’uso di serpenti velenosi per dimostrare la vicinanza e predilezione di Dio: se sei morso sei un peccatore miserabile e se non lo ammetti subito la santa Inquisizione ti farà confessare le tue orrende malefatte con tenaglie, cavallo spagnolo e olio bollente.

– ?

– …È tutto scritto nell’Incunabolo. Non avere dubbi!

Gli ortodossi hanno voluto far vietare per completo la cremazione. Si incaricano loro delle sepolture, che vanno realizzate con un complicatissimo rituale sincretico che accontenti tutti e a costi salatissimi.

L’imbalsamazione è vietata e la tassidermia è considerata pratica demoniaca e bestemmia, da punirsi con la morte più lenta.

Gli anglicani hanno preteso la caccia alle streghe, essendo più che altro preoccupati dalle pratiche occulte, dal maligno che alberga in boschi e foreste, o si nasconde nella musica, sono così incaricati di scovare e torturare chi si dedichi a incantesimi, magia, sortilegi, stregoneria, rabdomanzia, i sonnambuli, gli epilettici, cartomanti, astrologi, etc. ma solo sotto la supervisione e concessione della Santa Inquisizione spagnola.

La quale può aumentare se del caso, ma mai diminuire le pene stabilite dal quacchero o come si chiama. Si applica quindi il principio della reformatio in peius.

– Nemmeno a Roma antica…

– Eh già!

I puritani hanno chiesto ed ottenuto la delazione e la denuncia anonima, lo sterminio dei gatti neri, le ordalie e specie l’affogamento in corso d’acqua delle indiziate di stregoneria dopo lunga agonia.

I luterani e i calvinisti, forse col mero scopo di distinguersi, hanno preteso che la scienza non sia più insegnata a scuola. Alcune rigide frange protestanti americane sono prevalse e hanno assolutamente fatto divieto di insegnare teorie incompatibili con la Bibbia che vale ora da testo sacro e manuale scientifico al contempo.

Essa, per unanime decisione, è stata integrata con i passi più importanti dei vangeli, della Torah, e unita a tutto il Corano. Un insensato taglia e cuci, ma guai a dirlo d’ora innanzi!

Alla fine è risultato che ogni conoscenza è arroganza e non sarà più insegnato nulla, scuole chiuse del tutto, tranne le giuridiche e per addetti, precettori disobbedienti al rogo: deve regnare un: “puro analfabetismo agreste”.

– L’età della pietra! Di nuovo!

– Esatto!

Studiare qualcosa è considerato bestemmiare …ricordati che sorte tocca ai bestemmiatori! E poi vedi se ti va ancora di criticare.

Metodisti, Avventisti del settimo Giorno e Pentecostali si sono imposti più che altro con un estremo rigore per quel che concerne l’allegria e le manifestazioni di gioia, che sono state vietate anche su impulso di presbiteriani e frange neoplatoniche di Chiesa Assira d’Oriente e Nestoriana. Il divino dà la grazia, ma è volgare esultare (ma che occasioni avremo?), ridere, scherzare, è frivolo spendere il tempo in allegria, è da arroganti farsi percepire felici.

Da loro è stato elaborato un dettagliato catalogo di atteggiamenti da considerarsi assolutamente peccaminosi, come l’indossare colori (altri che il nero) il ridere, il dedicarsi al dileggio o usare il linguaggio per ogni altro scopo che la celebrazione delle religioni.

Copti e Armeni l’hanno avuta vinta quanto a divieto dei maschi (e delle donne) di radersi (o depilarsi), e quanto a foggia della barba, ma d’altra parte il loro precetto era appoggiato dalla totalità dell’islam e quindi ben piazzato dall’origine.

Gli ortodossi russi, un po’ scoraggiati dalla scomparsa della vodka, hanno preteso per tutti riti lustrali in fiumi ghiacciati a Pasqua, vestiti però (dato che è fatto divieto di mostrare altre parti del corpo che volto barbuto e mani) come da “semana santa spagnola” con cappuccio a punta e mantello.

Ah… dimenticavo… gli induisti, un po’ seccati per la loro incapacità a farsi ascoltare e imporsi, hanno però ottenuto tra le poche cose: che tutti apprendano le basi del fachirismo e che si usi obbligatoriamente un giaciglio di chiodi radi per il riposo notturno e ovviamente che non possano consumarsi carni di bovini.

I Testimoni di Geova non sono stati presi in considerazione non per altro che per il divieto di trasfusione del sangue, che è piaciuto molto e si è subito imposto e ha portato a un sostanziale inasprimento della loro posizione; è stata vietata completamente la pratica della medicina, compreso l’uso dell’Aspirina, e lo studio dell’anatomia tacciata come abominio.

Le malattie vanno viste come una prova per il giusto e una sanzione divina per l’ingiusto e combattute con la preghiera e le privazioni per il giusto e la somministrazione di dolore fisico per l’ingiusto. Sono alcune frange islamiche a stabilire chi è chi (giusti e ingiusti) coadiuvati dai protestanti battisti del sud. Ovviamente deputati alle torture sono sempre gli spagnoli.

– S’è capita!

– Per farla breve sulle richieste di ciascuno si è stabilito che tutti gli uomini devono essere circoncisi, tutte le donne infibulate, e non è ammesso piede femminile oltre il trentasei di numero, quindi in tutti gli altri casi essi vanno fasciati alla cinese e deformati. Pena per l’impudica trasgressione è lo stivale malese! O, anche peggio quello spagnolo, meno fine: cunei e martellate fino a rompere tutte le ossa.

Gli africani animisti hanno ottenuto, alleandosi coi nativi americani, che tutti siano tatuati in modo tradizionale e dolorosissimo per non meno del dieci percento del corpo. È l’unico precetto che preveda l’applicazione di un concetto matematico e sarà lasciata la misura a dei monaci tibetani che siano abbastanza puri per poter impiegare il concetto senza subire le seduzioni del pensiero.

Dal canto loro i cristiani sudamericani, sentendosi discriminati, si sono voluti caratterizzare reintroducendo i sacrifici umani. Pratica che è stata accolta di buon grado pensando che sarà utile per liberasi di eventuali omosessuali, atei e blasfemi, e sempre che tali sacrifici siano preceduti da lunghe sessione di tortura e supervisionati dall’Inquisizione.

Importante che il cuore del sacrificato sia ancora pulsante al momento dell’estrazione della cassa toracica.

Scientology e Massonerie Unite, e qui arriviamo al punto più volte rimandato, sono stati equiparati a religioni tradizionali, ci hanno provato anche i rocker ma gli è andata male visto che la musica è vietata.

Ci sono riusciti chiedendo la reintroduzione della schiavitù, idea che ha entusiasmato tutti, per la costruzione di enormi piramidi (vedrai i progetti e probabilmente prenderemo parte alla loro realizzazione noi stessi) nell’attesa di un non meglio specificato “salvatore astrale” che non può essere rappresentato e quindi è compatibile con l’ineffabile.

Ma dopo tutto, la formale reintroduzione della schiavitù non cambia molto quanto a conseguenze effettive dei vari precetti tutti uniti, dato che non ci si può dedicare ad altro che alla coltivazione del terreno o la costruzione di templi e da ciò trattenendo unicamente un quinto della produzione.

Il danaro è vietato per i servi, e i loro beni sono ulteriormente tassati dai feudatari locali (sì, l’amministrazione politica locale è stata delegata a piccoli e dispotici feudatari laici) che pretendono la decima (o più) hanno diritto di vita e di morte sui sudditi, i quali non possono lasciare le proprie terre a meno che di viaggi sacri si tratti, o non siano venduti o ceduti ad altri per ragioni varie.

Vige per i politici locali lo ius primae noctis come ricompensa per il servigio reso al clero e il disturbo di amministrare la giustizia spicciola per non scomodare ogni volta e per bazzecole e bagatelle gli inquisitori.

Ti consiglio appena puoi di leggere in dettaglio la parte del manuale dedicato alle punizioni corporali, è molto grafico ed è stato così concepito per raggiungere un alto grado di deterrenza. Io ci ho provato, ma alla decima pagina ho vomitato e non sono andato avanti.

– Quindi in sintesi: preghiera almeno otto volte al giorno in quattro templi diversi. Cinque anni di ascetismo e visite alla Mecca per il resto della propria vita almeno una volta l’anno. Si dorme su letto di chiodi radi e si fa sesso solo alla missionaria per fini procreativi e con lenzuolo col buco. Divieto di riprodurre e apprendere musica e arti. Niente maiale, animali con zoccolo unito, niente bovini, niente cibi crudi niente alcool. Digiuno assoluto ogni venerdì e ramadan rigido un mese l’anno. Rituali di confermazione della fede ogni anno. Vestiti solo neri per uomini e con velo totale per donne. Mutilazioni genitali obbligatorie. Barbone e tatuaggi. Divieto di fare feste e di ridere, divertirsi, ironizzare, divieto di parlare di altro che di precetti religiosi. Divieto del culto del proprio corpo, di fare sport. Niente più medicina! Scienza, matematica, anatomia, bandite! Reintroduzione della schiavitù, dei sacrifici umani, dello ius primae noctis, di pena di morte e tortura, del feudalesimo e la servitù della gleba… Niente soldi, e un quinto della produzione meno tasse feudali.

– Non dimenticare i tuffi nell’acqua ghiacciata a Pasqua… E questo è più o meno tutto, poi devi vedere bene i dettagli che pure loro sono importanti e potresti finire nei guai se non li conosci.

– Bene, no?

– Eccome! Il Paradiso è sicuro ora!

(Visited 138 times, 1 visits today)