Le ghiottonerie di Monsieur De L’Hororeé

Il corroborante.

Gli effetti corroboranti del veleno di Taipan misto a sangue umano sono notevoli. Mentre gli emoderivati di altre specie animali si solidificano per effetto del tossico, quello umano si assottiglia.

Durante le orge di magia sessuale la più apprezzata ricetta, invero l’unica così poderosa, è, modestamente, la seguente (con varianti): macerare speciali carrube africane in alcool mercuriale purissimo stemperato in scorze di agrumi assai solari, scolarlo dopo qualche giorno, aggiungere sangue umano dissolto da una minima quantità di veleno, e ingerirlo in modeste quantità.

Un piccolo sorso può rendere un anziano fiacco e lento in grado di succhiare energia vitale tramite l’atto dell’accoppiamento da svariate ed atletiche giovani fanciulle fino a sfinire ogni puledra che si conceda, o venga rapita, in amplessi interminabili e spossanti.

 

Pelle vecchia.

Nel fastoso passato, che ci ha lacrimosamente abbandonato, si moltiplicavano le occasioni di consumare, sfacciatamente e in ricevimenti opulenti e affollati, quantità immani di comune carne cristiana. Oggi i consumi si sono, per forza di cose, molto ridotti e rarefatti.

Era in uso allevare villaggi interi con l’unico scopo di sterminare i suoi abitanti ed utilizzarli per approntare manicaretti per gli ospiti. Si utilizzavano praticamente tutti gli abitanti del borgo; alcuni di loro erano selezionati accuratamente, tra i più golosi, per fornire la carne migliore.

Essi erano surrettiziamente pasciuti con cibi particolari, facendo in modo che non pensassero altro che di avere una gran fortuna, una vita agiata e non sospettassero nulla. Nessun villaggio a dire il vero ha mai avuto la minima importanza tranne che come serbatoio da sfruttare in caso di necessità: una provvista di carne ben pagata al costo di dover sopportare il fetore dei loro abitanti e la loro stupidità.

Un’orda di sgherri arriva nottetempo, e in un momento, nel sonno, tutti periscono e il villaggio brucia. Una razzia come tante, bei tempi! Purtroppo poi la modernità ha messo strane idee di eguaglianza nella mente dei popolani.

Si uccideva chiunque, senza sottilizzare, ma della carne di vecchio non si sa proprio che farsene! Inevitabilmente tra ghiottoni e crapuloni, nervosi contadini, artigiani vigorosi, mogli sode o grasse e bimbi di tutte le età, ci scappava anche il decrepito. Di lui si slava la pelle però! Eccellente e richiestissima cartapecora atta per foderare le rilegature di certi testi, sacri, magici o anche di fantasia: come il libro di Skelos, i sogni di Eschaton, il Necronomicon e parecchi altri ancora.

(Visited 38 times, 1 visits today)