217. PILLOLE DI DANTE: L’eliotropio, La Pietra Magica

Nel Medioevo si credeva -o si fingeva di credere- che una pietra, una forma particolare di quarzo: calcedonio verde scuro con inclusioni di ossido di ferro o diaspro in forma di macchioline di color rosso o arancio, l’eliotropio (dal greco ήλιος helios, sole e τρέπειν trepein, girare: orologio solare, girasole), fosse in grado di riparare contro il morso dei serpenti, o, come citata pure da Dante (Inf. XXIV) e da Boccaccio nella novella di Calandrino (Decamerone, VIII, 3) e menzionata nel Mare Amoroso, donasse invisibilità. Suo altro nome è diaspro sanguigno, per via del colore.

(Visited 184 times, 1 visits today)