All’Appuntamento per l’Organizzazione della Vita (Racconto)

PDF: All’Appuntamento per l’Organizzazione della Vita (Racconto)

(Un omaggio a stile e soggetto tipici della letteratura -e del cinema- della prima metà del secolo passato, frutti di una lunga tradizione italiana.)

Lo spirito vano ed etereo di Procopio Penati passeggiava con un impercettibile filo di compassato nervosismo su e giù per l’ampio e lungo corridoio bianco del ministero. Continue reading “All’Appuntamento per l’Organizzazione della Vita (Racconto)”

A Cecco

Un tentativo di omaggio a Cecco Angiolieri, senza rifargli il verso, ma cercando di reinterpretare ed attualizzare la sua ostilità universale trascinandola fuori dal sociale (Papa, Imperatore, etc.) e rendendola chimera di salvezza dai dolori della vita. Non è una poesia, ma solo una serie di frasi (5) in cui il ritmo è dato unicamente dall’estensione piuttosto lunga delle prime due e da un significativo accorciamento delle restanti, oltre a un epilogo beffardo e assonante in anticlimax con l’incedere pomposo e inappellabile delle precedenti. L’escalation è data dalla conversione di un corpo umano, preso solo come ammasso d’atomi, in un’arma prima, con effetti solo sul pianeta, poi in un oggetto stellare privo di luce, ed infine un ambiguo accecante abbaglio dai tratti biblici e quindi un evento sconosciuto all’esperienza scientifica.  Continue reading “A Cecco”

CANE E TOPO (una storia di pirateria)

Questa non è una semplice storia da bettola, una storia di pirati qualunque, inventata come tutte le altre, potrei giurare sulla mia adorata madre, buon’anima, che è vera, parola per parola. Continue reading “CANE E TOPO (una storia di pirateria)”

L’Unità TMAK (racconto steampunk-distopico)

Profusione e celerità senza precedenti nella storia dell’Imperiale e Democratico Conio e Poligrafico, i manifesti tappezzavano le strade dalla capitale Nuova Aquisgrana fino a quelle dei più piccoli borghi teutonici. Ma solo nella modernissima capitale era possibile ammirare il più grande di essi, un vanto degli opifici nazionali, che sbuffavano vapori ininterrottamente da un trentennio. Continue reading “L’Unità TMAK (racconto steampunk-distopico)”

Il cavernicolo e le fiere (racconto breve)

Non saprei neppure dire con esattezza se all’epoca si usasse darsi e dare dei nomi alle genti, tanto la storia che conosco è antica, ma da quello che ne so non mi risulta proprio per niente. Sia come sia il nostro personaggio un nome non ce l’ha, anche se non è un ominide, ma è già un uomo. È da considerarsi uomo da poco appena; viene da includercelo solo per un pelo nella specie umana, una generazione, forse due. Continue reading “Il cavernicolo e le fiere (racconto breve)”

Le Buvette di Sangue di Monsieur De L’Hororeé

Questa volta il domestico del Marchese non riesce a trascrivere alla lettera quanto appreso dal raccapricciante ricettario segreto del suo padrone. Redige lui le righe, in modo impreciso, malfermo. Troppa pietà lo accora, troppo è l’orrore che si è versato nel suo cuore; esso, ci dice, lo ha afferrato e stretto sino al limite dell’arresto cardiaco, o del soffocamento. Continue reading “Le Buvette di Sangue di Monsieur De L’Hororeé”